Il quaderno dell’agronomo: l’erpicatura

Francesco Campanella Blog, Il quaderno dell'agronomo

La preparazione del terreno

Vedete che terreno morbido e friabile? Beh, non lo abbiamo trovato proprio così quando lo abbiamo scelto per il nostro Trebbiano Spoletino. Come sempre per raggiungere il nostro scopo, ovvero preparare un letto piano per disporre le barbatelle in filari ordinati, ci siamo affidati alla tecnica e all’esperienza di Renzo, il nostro agronomo. Renzo ha addirittura “calcolato” il giorno in cui il terreno, al momento della lavorazione, sarebbe stato più asciutto in superficie e umido in profondità per avvicinarci il più possibile alle condizioni ideali per piantare il vigneto.

Qualche dato tecnico per avere un’idea più concreta…

Superficie lavorata 1,5 ha
Macchinari trattore cingolato New Holland e un modesto erpice (solo 36 punte!)
Ore di lavoro 2 ore e mezza (compresa la pausa)
Persone Tre persone

Quello che vedete in foto alla guida del trattore cingolato, è mio padre Claudio che non rinuncia mai al piacere del lavoro in vigna.
Con il fondamentale aiuto della squadra specializzata, è riuscito a spianare le irregolarità del terreno, i solchi rimasti e ad estirpare le piante infestanti che nascono ovunque spontaneamente.

Francesco Campanella