Il quaderno dell’agronomo: legatura dei paletti tutori

Francesco Campanella Blog, Il quaderno dell'agronomo

Ottobre 2010. La vendemmia è terminata da un po’, il mosto si sta trasformando in vino e siamo tutti in ansia per assaggiare la nuova creazione di quest’anno, il Rosè. Nel frattempo dato che in cantina c’è un po’ di respiro, siamo andati nel vigneto a fissare i paletti tutori.

La pratica seguente alla disposizione dei paletti tutori è quella di dover fissare quest’ultimi al primo filo di acciaio, sul quale si sosterranno i cordoni speronati delle viti di Trebbiano Spoletino una volta adulte. La legatura è semplicissima e consiste nel legare con due o tre nodi, nel punto di contatto, il paletto tutore al primo filo di acciaio longitudinale mediante un filo elastico di colore verde, comunemente utilizzato nelle coltivazioni ortofrutticole. Le accortezze sono quelle di sincerarsi che i nodi siano ben stretti e che il paletto tutore sia in perfetta verticalità, questo perché la vite dovrà crescere ortogonalmente al piano del terreno cui è radicata.

Per il momento non c’è più niente da fare nel nostro vigneto di Trebbiano Spoletino, si attende la festa di San Martino e nel frattempo ci dedichiamo alla raccolta delle olive, dato che una nuova stagione della molitura delle olive è alle porte!

Francesco